CHI SONO

Mi chiamo Roberto Luffarelli, sono un pensionato romano che in realtà sempre più difficilmente si separa dalle proprie pantofole, ma interessato e appassionato ai temi della mobilità e del trasporto pubblico.

 

Uso il plurale in prima persona per comodità di espressione e per meglio riferirmi al carattere sociale della mie proposte volte a un turismo e una mobilità senz'auto.

 

Parlo di Turismo e Mobilità perché ho individuato nel Turismo senza Auto una delle chiavi per sviluppare la mobilità sostenibile soprattutto incentrata sul trasporto pubblico ferroviario e tranviario, nel quale il nostro paese manifesta le maggiori carenze.

Le infrastrutture che infatti ricevono i maggiori finanziamenti sono l'AV e le Autostrade lasciando ai margini tutto il resto. Eppure è proprio nel TPL e nelle ferrovie regionali che si concentrano e si registrano i maggiori spostamenti tra pendolari, turisti e viaggiatori occasionali.

La forbice tra l'AV, autostrade, iper-motorizzazione all'italiana da una parte, e TPL, ferrovie regionali dall'altra, si allarga sempre di più. Si prospettano scenari nei quali vedremo solo AV e autostrade con qualche sparuta ferrovia turistica sopravvissuta al ferricidio, ma raggiunta comunque con l'automobile.

 

Sto da tutt'altra parte e i miei progetti TsA+ e TsA*+ cercano di andare in direzioni diverse e più sostenibili a vantaggio di tutti e del nostro futuro.

Non sono più un giovane e l'ultima parte della mia vita la voglio spendere in questo progetto collegato ad uno stile di vita senz'auto.

Temo però che il progetto e il sito stesso se non troveranno presto giovani collaboratori pronti a ereditarne le sorti e portarne avanti le iniziative, magari in altre e più convincenti forme, finirà prima o poi nel dimenticatoio, me compreso.

Anche se così fosse non avrebbe eccessiva importanza, quello che per me conta è di essere stato dalla parte giusta avendo dato il meglio di me stesso.

Grazie per la lettura.